giovedì 27 gennaio 2011

Come fare una ricerca per la scuola

Come preannunciato all'inizio dell'anno, vi ho assegnato un lavoro di ricerca da realizzare autonomamente e condividere poi a beneficio di tutta la classe e... di tutto il mondo!

Qui di seguito ecco alcune avvertenze per svolgere il compito al meglio.
  • Potete scegliere se lavorare individualmente o in coppia. Se siete in due, vi verrà assegnato un argomento più corposo.
  • Dovrete realizzare il vostro lavoro sotto forma di file presentazione. Siete invitati a curare molto la parte delle immagini. Nella scuola che facciamo tutti i giorni ci sono troppe parole e troppo poche immagini. Questo approccio non è quello giusto, specialmente in scienze! Tentiamo di ribaltare le cose almeno in questa occasione: cercate, trovate, mostrate immagini! Tante, chiare, esplicative, di buona qualità. Se faticate a trovarne per gli argomenti a voi assegnati, ditemelo: vi darò qualche dritta in più. Intanto date un'occhiata a questo post, dove vi segnalo ricchissime fonti di immagini fantastiche. 
  • Durante il lavoro potete interpellarmi, in classe o via email. per risolvere difficoltà o chiedere conferma di avere impostato bene il lavoro. Io vi indicherò le necessarie correzioni da fare.
      Quando consegnerete il vostro lavoro, via mail (meglio!) o su chiavetta usb, vi farò alcune domande ...anche per sincerarmi che si tratti realmente del farina del vostro sacco, naturalmente! Vi darò una prima valutazione, che sarà confermata quando saranno pervenuti tutti i lavori, e dopo le eventuali correzioni, pubblicherò il vostro lavoro su Slideshare. Nel link "i vostri lavori", sotto la testata del blog, potete andare a vedere i lavori degli anni precedenti!
      Come fare la presentazione?
      • Innanzitutto niente animazioni, niente effetti di scritte ballerine, niente passaggi spettacolari tra le diapositive, e niente suoni: tutti questi effetti speciali distraggono, appesantiscono, e quel che più conta, si perdono completamente nel processo di condivisione online dei vostri lavoro. Mantenete la grafica più chiara e semplice possibile!
      • Evitate di riempire di testo le diapositive. Suddividete il testo in più diapositive. In ogni diapositiva ci dev'essere un solo paragrafo, possibilmente breve, e scritto con caratteri grandi (mai più piccoli di 24, indicativamente). L'ideale è inserire una sola frase per ogni diapositiva.
      • In ogni diapositiva, a meno che non sia strettamente necessario, non mettete più di una immagine (grande! non sgranata, non sfocata! di buona qualità, insomma!).
      • Non preoccupatevi se alla fine la vostra presentazione risulterà composta da un numero di diapositive che vi sembra elevato. Settanta diapositive chiare e ben fatte, infatti, "scorrono via" più rapide e piacevoli che cinque o sei diapositive cariche di testo fitto fitto e di immagini piccole e confuse. Provare per credere!
      • Nella prima diapositiva dovete indicare indicare gli autori così: «di (nome più iniziale del cognome), 1^ classe dell'istituto (solo il tipo di scuola, non il nome e il luogo), anno scolastico...».
      • Importante!! Sia che realizziate una presentazione o un poster, non dimenticate di elencare, alla fine del vostro lavoro, tutte le fonti utilizzate: insomma una bibliografia e/o sitografia ben fatta. 
      (ultimo aggiornamento: 11 giugno 2016)
      Related Posts with Thumbnails